Studio sperimentale delle deformazioni e dello stato di tensione nei materiali ceramici tradizionali

Abstract

Generalmente, le deformazioni dei materiali ceramici durante e in seguito alla cottura possono avere origini complesse. Nel caso il prodotto sia composto da un singolo strato, tali deformazioni sono principlamente di natura piroplastica. Nel caso di materiali multistrato (come ceramici smaltati o prodotti XXXXX), occorre prender ein considerazione altri due fattori: lo stato di tensione che si instaura tra gli strati e il loro diverso comportamento durante la sinterizzazione. Si descrive una nuova tecnica ottica per studiare la flessione durante i cicli termici. Cominando questi risultati con quelli forniti dal dilatometro ottico è possibile condurre uno studio completo delle deformazioni elastiche e plastiche a cui sono soggetti i materiali ceramici. Conoscendo lo stato di tensione che si instaura, è possibile evitare problematiche quali i difetti di planarità e il cavillo tardivo. I risultati ottenuti mostrano la possibilità di ottenere informazioni affidabili e dirette su questi fenomeni, difficilmente studiabili con tecniche tradizionali.

Publicazione
Tiles and Bricks International

Correlato